Intervista a Manuel Comotti

Manuel e sua moglie Ying

Terza puntata della frizzante rubrica “Graffignanini nel mondo”. Prima di arrivare a Singapore, paese che ospita Manuel, facciamo un altro giro del mondo dimostrando una volta di più che il graffignanino, quando si mette in cammino, fa tanta strada!

Dove vivi?

Dal 2014 sono stabile a Singapore. Ufficialmente Repubblica di Singapore, è una città-stato del sud-est asiatico, situata sull’estrema punta meridionale della penisola malese

Singapore

Da quanto tempo vivi lontano da Graffignana? Torni spesso?

Vivo lontano da Graffignana da molti anni, dal 2003. Ho avuto un’esperienza di qualche anno a Roma e poi sono rimasto a Latina fino al 2007. Nel 2007 mi sono trasferito a Londra, prima esperienza ufficiale all’estero, dove ho lavorato e vissuto fino a fine 2009. Poi mi sono trasferito a Vancouver, in Canada, fino alla fine del 2010. Nel 2011 sono tornato a Londra mentre il 2012 e il 2013 li ho vissuti in Italia. Dal 2014, come detto, sono stabile a Singapore. Torno almeno una o due volte l’anno, appena posso!

Di cosa ti occupi?

Mi occupo di effetti visivi digitali nel cinema e lavoro per la “Industrial Light & Magic”, società fondata da George Lucas, regista di Guerre stellari. La sede principale si trova a San Francisco (California), ma ormai possiede uffici anche a Vancouver, Londra e, appunto, Singapore

Lucasfilm Singapore

La tecnologia ha quasi azzerato le distanze, ma qual è il vero segreto per sconfiggere la nostalgia?

Le distanze sono ormai inesistenti. Personalmente ritengo la nostalgia una cosa temporanea e passeggera in quanto è una sensazione che ti prende magari al momento, ma che si risolve facilmente con una video chiamata. Chiaramente bisogna considerare il fuso orario, ma la tecnologia, ormai, ti permette di avere i tuoi cari sempre a portata di mano

Cosa ti manca di più del nostro paese?

Mi mancano le piccole realtà di paese in cui il tempo delle persone è scandito da attività ben precise. Ad esempio chi va a fare la spesa la mattina alla piccola drogheria o alla macelleria del villaggio. Mi manca l’unione delle persone in una piccola comunità come Graffignana, in cui ci si trova per condividere storie di vita quotidiana

Sei ancora legato a Graffignana? C’è un ricordo particolare che vuoi condividere?

Assolutamente si, mi manca molto e sono legato alle mie origini. Diciamo che c’è un po’ un mix di ricordi, di momenti gioiosi con gli amici e i compagni di scuola. Mi vengono in mente i caldi e colorati pomeriggi estivi in cui si giocava in strada. Facevamo dei banchetti con dei vecchi giochi, spille, giornalini non più utilizzati. Ma anche il classico nascondino o le semplici uscite in bicicletta

Hai mai trovato delle difficoltà nell’inserirti in una cultura diversa?

Il momento più difficile è stato il trasferimento a Londra, prima vera e propria esperienza all’estero. Sicuramente a causa del mio inglese in quanto non ero ancora ben preparato. La più semplice è stata Singapore perché è coinciso con una parte della mia vita in cui avevo consolidato sia l’inglese sia le esperienze all’estero. Singapore ospita diverse culture, è una città aperta al mondo

Che consiglio daresti a chi decide di intraprendere una vita all’estero?

Buttarsi fa sempre paura e ci si trova di fronte ad un grande punto di domanda. Non sapere cosa ci aspetta, come si riuscirà ad inserirsi nel lavoro e come si starà lontano da casa. Buttarsi ed uscire dalla propria comfort zone è fondamentale per scoprire nuove possibilità e per accrescere l’esperienza di vita. Il gioco vale la candela e credo che il poter sperimentare nuove esperienze sia una possibilità che tutti abbiamo

Qual è il posto più magico che hai visto nel paese in cui vivi?

In un modo un po’ curioso devo rispondere Thailandia. In questo paese ho scelto, lo scorso Marzo 2018, di condividere gli anni che verranno con una persona che a me sta molto a cuore. Il suo nome è Ying, mia moglie, persona che ho conosciuto a Singapore. Il valore aggiunto della Thailandia l’hanno portato le persone della mia famiglia che sono venute a trovarmi e hanno condiviso con noi questi momenti speciali. Mi ha fatto piacere le felicità sui loro volti nello scoprire questi posti, ma anche nello sperimentare una cucina così diversa dalla nostra

Thailandia

Vuoi raccontarci una curiosità legata alla gente dello Stato in cui vivi?

Un paio di curiosità. Le persone, per occupare il posto al tavolo nei locali di street food all’aperto, utilizzano un classico pacchettino di fazzoletti, come quelli che utilizziamo da noi. Un’altra curiosità è che a Singapore c’è il teatro principale (Esplanade – Theatres on the Bay ndr), che ospita anche concerti e mostre, che ha una forma che ricorda il durian, frutto ampiamente amato dalle persone locali, ma vietato in metropolitana a causa del suo fetore

Se te ne dovessi andare da dove risiedi quale oggetto, piatto o tradizione diventerebbe parte integrante di te?

Sicuramente la laksa, una zuppa di noodle locale molto buona. Poi il poter utilizzare il “can” come, diciamo, affermazione universale

Quando ritorni a Graffignana dopo un lungo periodo, qual è il primo luogo che vuoi rivedere?

Senza ombra di dubbio la casa in cui sono cresciuto, dove vivono ancora i miei genitori

Vivendo in una realtà diversa hai qualche suggerimento che possa migliorare il nostro paese?

Sicuramente il rispetto altrui! Diverso non vuol dire necessariamente peggiore. Essere più aperti ad ascoltare e ad imparare come hanno fatto civiltà che, grazie a questo, sono state in grado di progredire e di migliorare

Segui Vite in Piazza? Seguo Vite in Piazza e vi ringrazio per l’intervista!

PS un ringraziamento a Stefano per l’ospitalità e ai commensali Ying e Giorgio. Un’intervista di fronte ad un buon risotto con i funghi e ad un calice di Vacqueyras di Chateau des tours del 2005 è più viva e sincera.

Seguono alcune immagini tratte da film realizzati negli ultimi anni da Manuel

Star Wars
Jurassic world
Kong: Skull Island
Transformers

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: