Posso pagare con un Minibot?

04 Giugno 2019 – E di colpo è scoppiata l’estate, di colpo la temperatura è salita ai trenta gradi e siamo passati dal soprabito alle maniche corte. La panchina resta un grande crocevia di idee e punti di vista, sono ancora alti gli echi delle elezioni comunali, ma anche le europee sono state un interessante argomento di discussione. Sarà colpa delle “letterina” della Commissione Europea, ma i temi economici hanno ripreso spessore. E nel battibecco continuo tra Roma e Bruxelles una novità in realtà c’è: alla fine della scorsa settimana all’unanimità, anche con il benestare del Governo, è stato approvato un emendamento che suggerisce l’inserimento dei Minibot per il pagamento degli arretrati della pubblica amministrazione.

E allora cosa vuol dire questa cosa? In realtà poco e nulla visto che è solo un suggerimento ma in realtà è un voto ricco di significati che rappresenta il primo passo di una possibile Italexit ovvero di un’uscita dell’Italia dall’euro. È così importante che il Ministero dell’Economia si è precipitato a smentire il benestare, dato in aula ed anche le opposizioni si sono accorte solo dopo di essere scivolati su una buccia di banana.

Minibot da 5 euro (é solo un’idea)

Ma cosa sono i Minibot? Molto semplice: avete un debito, un piccolo debito, con la pubblica amministrazione? Nessun problema riceverete dei Minibot che potrete spendere per acquistare beni. Nulla di male quindi, ma non è proprio così. Primo tema perché non pagare in euro? Semplice perché per pagare in euro si dovrebbe fare un nuovo debito, il Minibot è semplice. Non ha interessi ed è convertibile alla pari con l’euro o almeno dovrebbe esserlo. È chiaro che si aprirebbe il campo ad una valuta parallela, atto vietato dagli accordi internazionali, che si affiancherebbe all’euro e prepara all’Italexit. Fantascienza? No, perché questa è la strada definita da un partito della maggioranza di Governo che è stata scritta e raccontata più volte. Il tema avrebbe mille implicazioni, ma ci porta al vero senso di questa discussione: l’Italia può uscire all’euro? Il suo debito può resistere alle pressioni internazionali? Siamo certi di non fare un salto dalla padella alla brace? Ci sarebbero tante domande visto che queste scelte toccherebbero a fondo le nostre tasche e sono curioso di capire cosa ne pensi e se lasceremo che tutto scorra nella sua inerzia. Attendo un tuo commento.

Dino Aci

LA PANCHINA – In tutte le piazze c’è almeno una panchina dove le persone si siedono e parlano in libertà. Non è raro che a fianco del chiacchiericcio e del pettegolezzo si discuta anche di questioni serie: politiche, economiche e sociali. Si trae spunto sia da faccende locali sia da argomenti appresi dalla televisione o dai giornali. DINO è un frequentatore di questa panchina e, senza l’arroganza di sentirsi un opinionista e senza gli strumenti di un approfondimento giornalistico, cercherà invece con intelligente ironia ed un po’ di furbizia, quella sana tipica di noi gente di paese, di permetterci di sederci con lui su quella panchina per allargare la discussione. Dino vi aspetta... 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: