Belfuggito: situazione risolta?

2 luglio 2019 – Anche il mese di luglio è arrivato, annunciato dai giorni di fuoco della settimana scorsa. Sta molto meglio chi è in montagna, ma anche chi va al mare riesce quantomeno a non boccheggiare come dalle nostre parti. La panchina si anima più che altro nelle ore serali e si sentono già le storie dei primi vacanzieri che tornano al paesello. In questo periodo sarà un alternarsi di discussioni di vario genere e di vicende che hanno contraddistinto le vacanze degli affezionati alla panchina. L’ultima dibattito, molto acceso, riguarda una triste realtà molto vicino al nostro territorio. La cascina Belfuggito di Sant’Angelo Lodigiano è infatti finita più volte sulle cronache locali, ma anche nazionali, per diversi motivi di ordine pubblico, dalle frequenti retate delle forze dell’ordine alle discariche abusive a cielo aperto.

Pensare che il proprietario dell’immobile si era detto pronto a cedere buona parte della struttura al comune di Sant’Angelo al prezzo simbolico di un euro! In quel modo l’area sarebbe diventata pubblica e la patata bollente passata nelle mani delle istituzioni. Non è un segreto che questo ex immobile rurale sia il quartier generale di un gruppo di famiglie rom, che oltre ad occupare abusivamente la struttura contano anche una ventina di bambini. Gli arresti sono continui e ancora più frequenti le confische di materiale rubato, tra cui anche mezzi agricoli e automobili. Qualche settimana fa un incendio ha destato molta preoccupazione perché una colonna di fumo nero era visibile a chilometri di distanza, ma il peggio si è toccato quando alcuni giornalisti de “il Cittadino” sono stati aggrediti e sono dovuti scappare per evitare guai peggiori.
Insomma il Belfuggito è un vero e proprio inferno, anche se uno spiraglio di luce si intravede dalle recenti notizie. Pare, infatti, che i “residenti” abbiamo fatto le valigie valige e se ne siano andati. Quale idea ti eri fatto di questa situazione? Ne eri a conoscenza? Secondo te il problema è stato risolto una volta per tutte oppure bisognerà vigilare per evitare che si ripresenti? La sicurezza dovrebbe essere una priorità, ma spesso non è così facile trovare una soluzione.
Attendo con piacere il tuo parere.
Grazie
Dino Aci

LA PANCHINA – In tutte le piazze c’è almeno una panchina dove le persone si siedono e parlano in libertà. Non è raro che a fianco del chiacchiericcio e del pettegolezzo si discuta anche di questioni serie: politiche, economiche e sociali. Si trae spunto sia da faccende locali sia da argomenti appresi dalla televisione o dai giornali. DINO è un frequentatore di questa panchina e, senza l’arroganza di sentirsi un opinionista e senza gli strumenti di un approfondimento giornalistico, cercherà invece con intelligente ironia ed un po’ di furbizia, quella sana tipica di noi gente di paese, di permetterci di sederci con lui su quella panchina per allargare la discussione. Dino vi aspetta... 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: